AICS : LA STORIA

L’AICS (Associazione Italiana Cultura Sport) nasce a livello nazionale nel 1962 ed è attiva a Firenze dal 1963.

AICS è operante grazie al lavoro volontario dei propri Soci, degli Animatori e dei suoi Organi Statutari sul territorio nazionale italiano, con diramazioni periferiche regionali e provinciali. L’Associazione, nel corso degli anni, ha saputo creare e mantenere una fitta rete di rapporti di collaborazione con il mondo sportivo e sociale europeo e fin dalla sua costituzione si è occupata di Promozione sportiva, di Cultura, di attività di carattere Sociale, Ambientale, di Formazione e di Promozione dei valori dell’Associazionismo.

L’AICS non persegue fini di lucro e il suo patrimonio è costituito da 8.500 Circoli, società sportive e Associazioni culturali affiliate che costituiscono i capisaldi di una rete policentrica in forte espansione. Nel 2018 ha superato la soglia del milione di tesserati, portandola ad essere una delle prime realtà associative di promozione in Italia, il cui fine è la ricerca della solidarietà, e della crescita sociale e civile. A livello nazionale l’AICS è organizzata in 20 Comitati Regionali, 98 Comitati Provinciali, Interprovinciali e Zonali.

A Firenze opera il Comitato Provinciale, presieduto da Andrea Faggi che con il Congresso straordinario del 29 agosto 2018 ha sostituito Carlo Alberto Calamandrei- dimissionario - storico Presidente del Comitato che aveva contribuito a fondare e sviluppare fin dalla sua costituzione nei primi anni sessanta. Il Comitato provinciale può contare su oltre 300 affiliazioni di Circoli, Associazioni Sportive, Culturali, di Promozione sociale per un totale di 28.000 soci tesserati, di cui 5000 tesserati giovanili.

L’AICS di Firenze collabora, fin dalla sua costituzione, con il Comune di Firenze e gli Enti locali del territorio provinciale, i Quartieri, Istituzioni pubbliche e private, gli Enti e le Organizzazioni competenti per territorio relativamente alle finalità statutarie, con personale altamente qualificato.

In particolare ha effettuato nei Quartieri fiorentini corsi di formazione per operatori di sostegno a ragazzi diversamente abili e con situazioni di forte disagio sociale. Ha gestito la ludotecaiInterculturale “Il Fuligno”, realizzando interventi mirati all’integrazione e alla conoscenza di usi e costumi di paesi di tutto il mondo. Numerosi sono stati i progetti realizzati, fra i quali: il progetto, in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio e l’Istituto Scolastico “Giorgio La Pira” denominato “Gioco, Sport, Insieme”, nel campo rom del Poderaccio con attività sportive e di animazione rivolte ai giovani del campo, e un progetto volto al reinserimento dei giovani detenuti di Solliccianino con attività sportive e teatrali.

Relativamente allo Sport, l’AICS di Firenze interviene su oltre 30 discipline. Fra le numerose iniziative sportive organizzate, assume rilevanza nazionale la "Firenze-Fiesole-Firenze", manifestazione podistica non agonistica, che riprende una corsa ideata negli anni ’30, e riproposta annualmente dal 1979. Vi partecipano oltre 2.000 podisti provenienti da tutta Italia e dall’estero. Una manifestazione che con i suoi tre percorsi di 2, 6,5 e 16,5 km offre a chiunque la possibilità di correre festeggiando l’ultima grande corsa annuale fiorentina, la domenica prima di Natale.

Altre manifestazioni podistiche a livello provinciale sono organizzate regolarmente dai responsabili del Settore.

Il “Trofeo Matteotti”, corsa ciclistica nazionale élite under 23, è un altro degli storici eventi nazionali organizzati dal Comitato fiorentino. Si svolge ormai da oltre sessant'anni e ha avuto nel suo Albo d’Oro campioni quali Gastone Nencini (vincitore di Giro d'Italia e Tour de France) Italo Mazzacurati, Kim Erikessen, e fra i partecipanti si ricorda anche Marco Pantani, arrivato due volte secondo.

Oltre al podismo e al ciclismo, la ginnastica artistica del Comitato fiorentino si distingue per “Giravoltando….In Amicizia”, una manifestazione che nel 2019 festeggerà l’edizione numero venti. Ogni anno aumenta il proprio numero di partecipanti e di pubblico (nel 2018 oltre 800 allievi), dove le forze tecnico-espressive delle ginnaste si unificano in un'atmosfera di amicizia e collaborazione. Il Comitato, sempre come ente di promozione sportiva, organizza annualmente numerose manifestazioni di Karate, di Judo e di Nuoto rivolte ai giovani e ai meno giovani in uno spirito di sport per tutti dove veramente “l’importante è partecipare”.

I Campionati provinciali di Calcio amatoriale a 11 e di Calcio a 7 - con la partecipazione della terna arbitrale AICS - , sono da anni riconosciuti come i migliori organizzati in senso assoluto. Oltre sessanta squadre partecipano a quattro campionati e i vincitori si misurano successivamente nei campionati ragionali e nazionali.

Oltre al Tennis tavolo, al Tennis, è ormai più che decennale il campionato di Pallavolo a squadre miste (uomini e donne insieme), con numerosi atleti che praticano la passione sportiva come occasione di incontro, di sano agonismo e di divertimento. Mamanet è una nuova formula di pallavolo ideata per donne con l’intento di ridonare forza fisica e socializzare in uno spirito familiare e sereno. Anche l’Equitazione fa parte del bagaglio di occasioni che chiunque può scegliere in ambito AICS. Oltre a tutto questo, numerose sono le palestre affiliate AICS nelle quali vengono praticate varie forme di attività fisica di mantenimento, di meditazione e per anziani.

La Cultura segue il solco tracciato dalle importanti iniziative culturali realizzate nel passato, per tutti il Premio Maggio AICS, che veniva assegnato per l’opera svolta in merito alla promozione culturale a Firenze (il Poeta Mario Luzi, l’Artista Primo Conti, lo scrittore Giorgio Saviane, l’Architetto Giovanni Michelucci, il regista Vittorio Zeffirelli, la ballerina Carla Fracci, il produttore Mario Cecchi Gori, tutti fiorentini, e l’attore Vittorio Gasmann, per la famosa la “Bottega” nella quale hanno mosso i primi passi attori di provata esperienza che oggi calcano i palcoscenici dei teatri nazionali ed internazionali).

Nella costruzione del Settore Cultura è stata importante, nel passato, l’opera infaticabile del maestro Mario Barbieri per le Arti visive e del musicista Willy Dal Canto, al quale si deve la realizzazione della Rassegna Internazionale di Danza che si svolge ancora oggi al Teatro Verdi giunta alla XVI edizione. l’AICS fiorentina ha rivolto anche la sua attenzione alla Contemporaneità con il Ciclo di Incontri “Il Mondo che Cambia” ideato da Giorgio Burdese, che ha visto la partecipazione di rappresentanti delle Istituzioni, dell’Università, di esperti. Inoltre, l’AICS è protagonista con la presentazione di libri di giovani di successo con l’iniziativa “La Cultura intervista la Cultura” e con le mostre di giovani artisti ed altre frequenti iniziative rivolte al mondo del Teatro e della Musica, sia moderna che classica.

L’AICS di Firenze per le Politiche Sociali è da sempre impegnata con interventi mirati all’integrazione e alla conoscenza di culture e usanze provenienti da tutto il mondo e all’inclusione sociale di soggetti con disagio psico – fisico. Da qualche anno collabora con la Fondazione San Sebastiano - Onlus, Impresa Sociale impegnata nella Misericordia di Firenze, effettuando Corsi per persone con disabilità intellettiva e/o con patologia psichiatrica atti a favorirne l’inclusione sociale. Nel 2014 è stato firmato un Protocollo d'Intesa con il Centro di Giustizia Minorile della Toscana e dell’Umbria per favorire l’inserimento di minori in carico ai servizi della Giustizia Minorile presso le strutture sportive e culturali aderenti all’Associazione. Dal 2016 partecipa a Progetti di livello nazionale - Nessuno Escluso, Adolescenze Competenti e Cultura dell’Accoglienza - che interessa, coinvolgendoli, gli allievi delle scuole superiori sui temi della violenza di genere e della diversità.

Organizza costantemente presso i Centri Anziani l’attività motoria per la terza età, iniziative per il tempo libero e per il Turismo sociale.

Particolare rilevanza assume la gestione dei Centri Estivi organizzati presso i Quartieri e presso i Comuni di Vaglia, Pontassieve, Vicchio, Greve in Chianti, Rufina, Bagno a Ripoli e Sesto Fiorentino, imperniati su interventi innovativi di animazione sportiva e culturale, realizzati con personale giovane e qualificato e valutati positivamente sia dalle famiglie che dall’Ente appaltante.

Il radicamento e il dispiegamento dell’associazione sul territorio hanno permesso di acquisire esperienze e competenze apparentemente distanti fra loro ma tutte accomunate dall’impegno di promuovere la diffusione della cultura, dello sport, della solidarietà secondo i valori di cui l’Associazione è portatrice per una società più solidale, umana e coesa.

L’AICS è iscritta al Registro Nazionale delle associazioni di promozione sociale con Decreto Ministeriale del 9/10/2002 al n° 38 e all’Albo della Giunta Provinciale, è accreditata dalla Regione Toscana ai sensi della L.R. 2000, al n° 70 delibera 290 del 22/02/1996; è riconosciuta dal CONI come Ente Nazionale di Promozione Sportiva e dal Ministero dell’Interno quale Ente con finalità assistenziali; dal Dipartimento della Protezione Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, quale organizzazione di volontariato, e inoltre convenzionata con il Ministero di Grazia e Giustizia per iniziative di prevenzione del disagio giovanile e di reinserimento sociale, ed è infine censita dalla Regione Toscana ai sensi della L.R. 36/90.

CONTATTACI

Contattaci senza impegno per ricevere tutte le informazioni necessarie e prenota una visita alla nostra sede.

055561172
055561173
fax : 0555001056
aics.firenze@virgilio.it
Via L.La Vista, 1/b
Firenze – Zona Le Cure